Subscribe

Foto: Gabrielle Lurie / The Chronicle 2019
Immagine 1 di 2

Il granchio di Dungeness a bordo di una barca prima di essere scaricato al Fisherman’s Wharf sul Pier 45 nel 2019.

Foto: Gabrielle Lurie / The Chronicle 2019
Immagine 2 di 2

I pescatori svuotano un contenitore di granchio di Dungeness in un bidone di metallo per essere trainati a terra al Fisherman’s Wharf sul Pier 45 di San Francisco la scorsa stagione.

Tragedia. Natale. E ora Capodanno.

Le famiglie della Bay Area si perderanno di nuovo il granchio di Dungeness per una delle principali festività, dato che le flotte locali continuano a negoziare per ottenere prezzi all’ingrosso più alti. La stagione commerciale del granchio di Dungeness doveva iniziare il 23 dicembre, ma le flotte locali hanno scelto di non lavorare le acque perché hanno detto che i prezzi all’ingrosso che venivano offerti non erano sufficienti a giustificare la spesa per il carburante, l’assicurazione, le esche e la manutenzione delle barche.

Per più di un decennio, i prezzi all’ingrosso del granchio di Dungness si sono aggirati intorno ai 2,50-3,25 dollari per libbra. Pacific Seafood, uno dei più grandi acquirenti all’ingrosso di granchio Dungeness della costa occidentale, ha offerto alle barche $2,25 per libbra poco prima di Natale, quando la stagione commerciale doveva iniziare dopo più di un mese di ritardo per proteggere le balene in pericolo nelle zone di pesca. Il presidente della San Francisco Crab Boat Owners Association John Barnett ha detto che i pescatori di granchi della regione vogliono vedere il prezzo più vicino a $3.30.

La sospensione del lavoro non avviene solo tra i pescatori di San Francisco. La maggior parte dei pescatori commerciali lungo la costa da Monterey fino a Bodega Bay stanno pianificando di iniziare a lavorare solo una volta che le trattative sui prezzi saranno risolte, ha detto Mike Conroy, presidente della Pacific Coast Federation of Fishermen’s Associations.

Conroy ha detto che le trattative erano ancora “circa 50-80 centesimi” di differenza sui prezzi fino a martedì sera. Sia Conroy che Barnett hanno detto che i negoziati sembrano poter durare fino a Capodanno.

Foto: Liz Hafalia / The Chronicle

Reti per granchi viste al Pier 45 del Fisherman’s Wharf a novembre. I pescatori locali non stanno lavorando mentre continuano a negoziare i prezzi all’ingrosso per le loro catture.

“È il loro sostentamento”, ha detto Conroy dei pescatori che chiedono migliori prezzi all’ingrosso. “Vogliono trovare qualcosa che funzioni e che abbia senso per loro.”

Mentre Pacific Seafood è stata menzionata da più membri dell’industria della pesca della California del Nord come un attore significativo nei negoziati in corso, l’azienda ha inviato una dichiarazione al Chronicle la scorsa settimana per minimizzare il suo ruolo nel processo.

“L’idea che Pacific Seafood stia bloccando la stagione del Dungeness è assurda”, ha detto Jon Steinman, vice presidente della lavorazione per Pacific Seafood, nella dichiarazione. “Dobbiamo fare il meglio che possiamo per i nostri clienti, i nostri pescatori e i membri del nostro team che contano su di noi per gestire un buon business ed essere qui per questa stagione e per gli anni a venire.”

Le trattative tra gli acquirenti all’ingrosso e i pescatori avvengono quasi ogni anno, ma i pescatori locali dicono che la posta in gioco è più alta a causa di una serie di recenti ritardi e battute d’arresto finanziarie, tra cui la stagione 2015-2016 è stata ritardata a causa della presenza di acido domoico nei granchi, che è una neurotossina velenosa per gli esseri umani; un altro ritardo l’anno scorso a causa della migrazione delle balene; un incendio al Fisherman’s Wharf all’inizio di quest’anno; e il ritardo di quest’anno alla stagione commerciale ancora a causa della migrazione delle balene.

Justin Phillips è uno scrittore del San Francisco Chronicle. Email: [email protected] Twitter: @JustMrPhillips

.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.